Il calendario della pesca ai ricci prevede l’apertura per il prossimo 16 novembre ma i pescatori abusivi erano già in azione. Martedì mattina l’Unità Navale del Corpo Forestale e di VA di Oristano ha colto due pescatori abusivi, provenienti dal Cagliaritano, ad esercitare il prelievo nella località costiera di Su Pallosu in comune di S.V. Milis.

Il personale Forestale ha effettuato il sequestro amministrativo di circa 500 ricci e l’attrezzatura utilizzata per la pesca; i ricci sono stati liberati, in quanto ancora vitali, nel mare circostante. I pescatori abusivi dovranno pagare una sanzione amministrativa di 1000 euro ciascuno.

Vista l’imminente apertura della stagione di pesca al Riccio di Mare, il Servizio Territoriale di Oristano ha predisposto stringenti servizi di vigilanza lungo le coste al fine di contrastare la pesca abusiva della risorsa, intensificando il pattugliamento nelle aree sensibili e nelle zone tutelate.

Si ricorda che è stato emanato il calendario di pesca del riccio di mare che prevede l’inizio della pesca il 16 novembre 2020 e la fine della stagione il 17 aprile 2021 (orario 06,00-14,00).

Il pescatore marittimo e subacqueo professionale autorizzato può prelevare, con esclusione della domenica, una quota massima giornaliera di 1000 ricci se l’operatore è da solo, o di 2000 se con imbarcazione;  vige invece, anche per la corrente stagione, il divieto di pesca assoluto per i pescatori sportivi e ricreativi.

L’assessore Regionale all’Ambiente Gianni Lampis e il Comandante Generale del Corpo Forestale, Antonio Casula, esprimono apprezzamento per l’attenzione posta dal Corpo Forestale per il contrasto alla pesca abusiva dei ricci, preziosa risorsa oggetto tutela, già in questo inizio di stagione

L'articolo Pesca abusiva di ricci a Su Pallosu, maxi multa da mille euro a due cagliaritani proviene da Casteddu On line.

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per info e segnalazioni scrivi a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.