Oristano

Potrebbero arrivare in città, a Bosa e Solarussa, ma è necessario che si riunisca il comitato provinciale consultivo. I sindacati sollecitano

Potrebbero arrivare tre nuovi pediatri nell’Oristanese a occupare le sedi mancanti o carenti di Bosa, Solarussa e Oristano. È quanto – sulla carta – prevede l’accordo integrativo, recepito con una delibera nell’ultima seduta di Giunta, che consente l’inserimento di un ulteriore secondo pediatra nelle sedi in cui è presente un solo pediatra titolare e dove si contano oltre 1400 bambini residenti nella fascia di età compresa tra 0 e 14 anni, ed almeno 500 bambini nel range tra i 0 e 6 anni.

L’accordo, inoltre, disciplina che, per il calcolo della popolazione pediatrica da prendere in considerazione per l’inserimento dei professionisti – per legge 1 ogni 600 bambini residenti di età compresa tra 0 e 6 anni – si aggiunga anche una percentuale pari al 15% di bambini nella fascia di età compresa tra 6 e 14 anni, residenti nello stesso ambito.

Queste nuove regole garantiscono l’assegnazione dei pediatri, nelle sedi in cui in precedenza non era stato possibile, come nel caso di Bosa, dove il pediatra manca da alcuni anni e per il ritorno del quale si è a lungo battuto il sindaco Pier Franco Casula, chiedendo il riconoscimento del comune come sede disagiata vacante.

Per le assegnazioni si dovrà attendere, però, la riunione del comitato provinciale consultivo, che dovrà elaborare i dati della popolazione, eseguire i calcoli per dare applicabilità alle nuove norme e inviarli al comitato regionale, per la redazione di un bando regionale.

La riunione è fortemente sollecitata da alcune settimane dal rappresentante provinciale del sindacato dei pediatri, Innocenzo Puddu, e dalla rappresentante della Federazione Italiana Medici pediatri, Tiziana Casti.

Martedì, 16 novembre 2021

 

 

 

 

Fonte: Link Oristano

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 

Leggi tutte le notizie del giorno in Sardegna

Leggi tutte le Offerte di Lavoro in Sardegna


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. *La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per informazioni e segnalazioni scrivi al nostro indirizzo e-mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.