Cagliari

Il presidente di Confagricoltura Sardegna, Paolo Mele, commenta la decisione del Consorzio

“I sette anni di riconversione degli allevamenti decisi dall’assemblea dei soci del Consorzio del Pecorino romano Dop con le nuove regole del disciplinare di produzione, sono una buona mediazione rispetto alle esigenze degli allevatori, dei trasformatori e quindi dei consumatori”.

Lo ha detto il presidente di Confagricoltura Sardegna, Paolo Mele, commentando i risultati della votazione di ieri.

“Sono state definite le razze ovine storiche e autoctone degli areali di produzione del Romano -Sardegna, Lazio e provincia di Grosseto”, ha aggiunto Mele, “e ora, definiti gli adempimenti burocratici con il ministero delle Politiche agricole, è bene che si formino e si definiscano i gruppi di lavoro per avviare quanto prima lo screening sulle razze allevate nelle circa 14mila aziende zootecniche sarde dove si trovano poco più di tre milioni di pecore”.

Giovedì, 23 gennaio 2022

Grazie per aver letto questo articolo. Se vuoi commentarlo, accedi al sito o registrati qui sotto. Se, invece, vuoi inviarci un’informazione, una segnalazione, una foto o un video, puoi utilizzare il numero Whatsapp 331 480 0392, o l’indirizzo email Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Fonte: Link Oristano

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 

Leggi tutte le notizie del giorno in Sardegna

Leggi tutte le Offerte di Lavoro in Sardegna


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. *La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per informazioni e segnalazioni scrivi al nostro indirizzo e-mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.