È stato aggredito da un pitbull, che l’ha fatto cadere per terra e, mentre cercava di rialzarsi, ha assistito alla morte, davanti ai suoi occhi, del volpino di un anno che aveva adottato. Un’aggressione choc da parte di una razza di cani tra le più pericolose, quella subíta in piazza Azuni a Quartu Sant’Elena da Ignazio Moi, pensionato di sessantasette anni, avvenuta verso le dieci: “Stavo chiacchierando con un amico fuori da un bar quando il pitbull, di corsa, si è scagliato contro di me, facendomi cadere. Nella caduta ho rimediato ferite al polso sinistro”, racconta l’uomo, al quale sono stati assegnati sette giorni di cure dopo la visita fatta al pronto soccorso del Policlinico di Monserrato. E, purtroppo, durante la violenta aggressione, non ha potuto fare nulla per salvare il suo cagnolino dalle grinfie del pitbull: “L’ha sbranato, non l’ha lasciato sinché non è morto. Insieme a dei passanti e ad alcuni poliziotti abbiamo provato a liberarlo, dando anche calci all’animale, ma non è servito a nulla”.

 

 

Poi, il pitbull è scappato “e ha aggredito anche altri cani, uno sicuramente vicino ai giardini di piazza Matteotti. Lunedì porterò il referto dei medici dalla polizia e dalla polizia Locale e sporgerò denuncia. Me la sono vista bruttissima, chi ha lasciato libero quel cane mi dovrà come minimo pagare i danni”.

L'articolo Paura a Quartu: “Aggredito da un pitbull fuori da un bar, ha sbranato il mio cagnolino” proviene da Casteddu On line.

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. *La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per informazioni e segnalazioni scrivi al nostro indirizzo e-mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.