Paura poco prima dell’alba sulla 195, alle porte di Cagliari. Un incidente sfiorato tra un’auto e una corriera, alla fine il bilancio è di uno specchietto rotto. Ma, a contorno, tanta paura. A raccontare cosa è accaduto è l’edicolante cagliaritano Vasco Cogotti. Era al volante della sua Panda, con accanto la moglie Stefania, quando ha sudato freddo: “Una corriera, alle 5:55, ha bruciato lo stop, in velocità, di via dei Calafati. Fortunatamente ho fatto in tempo a sterzare”, racconta Cogotti. “Risultato? Ci ha sfiorato e rotto lo specchietto, diciamo che è andata doppiamente bene perchè, in senso opposto, non stavano arrivando altre auto”. L’edicolante, a quel punto, ha deciso di seguire il bus: “L’ho inseguito sin dentro il deposito di piazza Matteotti, per concordare sui danni. L’autista, una donna, si è parcheggiata ma, mentre mi stavo avvicinando, ha fatto manovra. Poi, come un fulmine, è ripartita”.“Ho chiesto spiegazioni, mi è stato detto che, forse, era in ritardo sulla tabella di marcia. Nel frattempo, un autista ci ha sgridato perchè eravamo entrati nella stazione. Siamo vivi per miracolo, poteva essere una tragedia”.

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 

Leggi tutte le notizie del giorno in Sardegna

Leggi tutte le Offerte di Lavoro in Sardegna


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. *La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per informazioni e segnalazioni scrivi al nostro indirizzo e-mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.