Parrucca e mano nascosta in una busta per la rapina fallita a Bosa
La cassa della gioielleria era vuota e la titolare – schiaffeggiata e legata dai tre banditi – non ha aperto la cassaforte

Le forze dell’ordine sul luogo della rapina

Erano in tre, incappucciati e vestiti di nero. Uno indossava una parrucca e un altro aveva una busta nera per i rifiuti avvolta attorno a una mano, come per nascondere un’arma che probabilmente non c’era. Ma l’assalto alla gioielleria Sotgiu, in via Giovanni XXIII a Bosa, ieri sera è fallito: i banditi alla fine sono scappati senza riuscire a prelevare né preziosi né soldi.

Le forze dell’ordine sono al lavoro e stanno controllando con attenzione i nastri dei sistemi di videosorveglianza della zona, alla ricerca di tracce per risalire all’identità dei malviventi. Da quanto si è appreso, parlavano in italiano, con cadenza locale.

I tre rapinatori erano entrati nella gioielleria intorno alle 19, dopo aver aspettato che la titolare uscisse per fare alcune commissioni: all’interno c’era solo la figlia della gioielliera. I tre malviventi hanno aperto la cassa, ma era vuota. Perciò hanno ordinato alla donna presa in ostaggio di aprire la cassaforte. Al suo rifiuto, l’hanno schiaffeggiata, legata con delle fascette ai polsi e rinchiusa in un locale del negozio usato come sgabuzzino.

Rimasti soli nell’area vendita, hanno armeggiato per circa 15 o 20 minuti, continuando a chiedere invano il codice della cassaforte alla donna chiusa nel ripostiglio. Lei però nel frattempo era riuscita a chiedere aiuto da una finestra che dà sul lato del negozio: alcuni passanti l’hanno sentita gridare e hanno avvertito i carabinieri.Temendo di restare bloccati, i rapinatori sono fuggiti, tirandosi alle spalle la porta della gioielleria.

I militari una volta giunti sul posto hanno dovuto attendere l’arrivo di un secondo figlio della titolare con le chiavi per aprire la porta di sicurezza e sono riusciti a liberare la donna chiusa nel ripostiglio. Le sue condizioni non sono state giudicate gravi.

La rapina ha suscitato grande apprensione a Bosa: “Dispiace per la comunità che non ha mai vissuto una cosa del genere”, ha commentato il vicesindaco Alessandro Campus.

Martedì, 16 marzo 2021

L'articolo Parrucca e mano nascosta in una busta per la rapina fallita a Bosa sembra essere il primo su LinkOristano.it.

Fonte: Link Oristano

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. *La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per informazioni e segnalazioni scrivi al nostro indirizzo e-mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.