Madre ragazza esulta. Oseghale, 'non l'ho uccisa io'

(ANSA) - ANCONA, 16 OTT - Confermata ad Ancona dalla Corte d'assise d'appello la condanna all'ergastolo con isolamento diurno di 18 mesi per Innocent Oseghale, 32enne pusher nigeriano, per l'omicidio della 18enne romana Pamela Mastropietro uccisa e fatta a pezzi il 30 gennaio 2018 a Macerata. Le accuse sono omicidio volontario aggravato della violenza sessuale, vilipendio, distruzione e occultamento di cadavere. "Bravi, grandi" ha detto Alessandra Verni, madre di Pamela al verdetto della Corte d'assise d'appello emesso in serata dopo cinque ore e mezza di camera di consiglio. La madre di Pamela ha esultato, frenata dal proprio legale. Oseghale, mentre stava uscendo dall'aula, scortato dalla polizia penitenziaria, ha detto ad alta voce: "non l'ho uccisa, va bene, capite tutti italiani". (ANSA).

Fonte: La Nuova Sardegna

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per info e segnalazioni scrivi a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.