Oncoematologia al San Martino riapre? Dubbi su medici e terapie
Una delibera approvata dalla Giunta regionale ridà speranza ai pazienti dell’Oristanese

L’ospedale San Martino di Oristano

La delibera numero 35/36 approvata dalla Giunta regionale il 9 luglio dà nuova speranza ai pazienti oncologici oristanesi. I dettagli non ci sono, il documento non è ancora disponibile sul sito della Regione, ma si parla di rete ospedaliera: “Riconversione dell’offerta assistenziale degli ospedali pubblici e assegnazione di nuovi posti letto ematologia all’area omogenea oristanese”. Con un opportuno pizzico di prudenza, visto che è solo una “approvazione preliminare”.

Potrebbe comunque essere un passo in avanti rispetto alla situazione attuale, che vede i malati costretti a viaggi estenuanti a Cagliari o Nuoro per sottoporsi alla terapia. Ma per immaginare un futuro stabiler per il reparto di Oncoematologia del “San Martino” di Oristano mancano alcuni tasselli importanti.

Il primo passo da fare sarebbe bandire i concorsi per recuperare i medici ematologi, persi quando il reparto è stato chiuso. Attualmente, a fronte di una necessità di quattro medici, ne è rimasto in attività uno solo. In Sardegna, però, non ci sono medici ematologi e possono prendere parte ai concorsi pubblici solo gli specializzandi all’ultimo anno. Non se ne potrà parlare prima di novembre, quindi.

Altro aspetto da chiarire è se, con l’apertura del nuovo reparto di Oncoematologia a Oristano, ai pazienti potranno essere somministrate anche terapia innovative, come quel particolare farmaco per una paziente oristanese – R.B., di 77 anni – ha dato battaglia e si è vista dare ragione dal Tribunale di Oristano.

Sabato, 11 luglio 2020

L'articolo Oncoematologia al San Martino riapre? Dubbi su medici e terapie sembra essere il primo su LinkOristano.it.

Fonte: Link Oristano

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per info e segnalazioni scrivi a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.