I carabinieri del Ris eseguiranno oggi una serie di esami sul sangue che ancora ricopre gli indumenti indossati da Shahid Masih, il pakistano 29enne che a maggio scorso uccise a coltellate Mirko Farci, 19 anni, mentre difendeva sua madre ed ex compagna dell’uomo dalla brutale aggressione. Un episodio che ha sconvolto Tortolì e tutta la Sardegna, impossibile da dimenticare e da perdonare, tanto che il pakistano aveva rischiato il linciaggio da parte della folla all’uscita dalla stazione dei carabinieri dopo l’interrogatorio a cui era stato sottoposto.

Masih ha consumato la sua furia assassina all’alba, nella palazzina in pieno centro dove si era introdotto dopo una notte passata a mangiare e bere con un amico. Dopo aver ucciso Mirko e ridotto in fin di vita la mamma Paola Piras con 18 coltellate, ha vagato per qualche ora prima di essere catturato: indossava jeans, maglietta bianca e felpa scura, e sono questi gli abiti su cui oggi sarà fatta la perizia disposta dalla procura di Lanusei. La 51enne Paola Piras continua intanto nel suo percorso di riabilitazione fisica ma soprattutto psicologica, col costante supporto di un pool di specialisti che non la lasciano mai sola per aiutarla a superare il dramma che l’ha colpita, affiancata dai due figli, il più grande e il più piccolo, e dalla sorella Stefania che gestisce il ristorante di famiglia dove Mirko, aspirante chef, sognava di lavorare dopo aver girato il mondo. Paola è stata sottoposta a tre interventi chirurgici. Aveva più volte denunciato Masih, a cui era stato ordinato, del tutto inutilmente, di non avvicinarsi a lei e alla sua famiglia.

L'articolo Omicidio di Mirko, i Ris cercano tracce di verità nel sangue sugli abiti di Masih proviene da Casteddu On line.

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per info e segnalazioni scrivi a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.