Ha raggiunto i 115.030 euro la raccolta fondi promossa dall’Ordine dei medici con la collaborazione di Linkoristano per sostenere le strutture ospedaliere dell’oristanese nell’emergenza coronavirus.

Un risultato straordinario ottenuto in appena due settimane. Tante le offerte e tanti i ringraziamenti verso tutti coloro che hanno sostenuto questa iniziativa.

All’Ordine dei medici di Oristano in queste ore hanno eseguito un primo rendiconto.

Sono già stati effettuati numerosi acquisti.

In particolare:
n. 7 ventilatori polmonari e accessori (sensori di flusso, circuiti, vasi, filtri, tubi)
n. 6 caschi per CPAP
n. 3 generatori per CPAP
n. 2 elettrocardiografi
n. 1 monitor multiparametrico
n. 4 smart card per monitor emodinamico
n. 1 color doppler con accessori (sonde, carrello, stampante e consumabili)
n. 4 igienizzatori all’ozono per strutture ospedaliere
n. 1000 test diagnostici Sars Cov 2 + materiale di consumo PCR
n. 2 monitor multiparametrici con defibrillatore
n. 10 termometri laser
n. 200 gel igienizzanti
n. 400 camici tuta medico visitatore
n. 500 calzari medico visitatore
n. 96 tute antivirus complete con cerniera e cappuccio
n. 57 occhiali a mascherina sanificabili
n. 1.200 mascherine chirurgiche
n. 200 mascherine ffp2
n. 3000 guanti monouso in nitrile

Il valore complessivo di questi beni è di circa 106.000 mila euro.

Sono inoltre in arrivo:
n. 4.000 mascherine chirurgiche
n. 1.000 mascherine ffp2
n. 530 visiere protettive
n. 100 tute antivirus complete con ceriera e capuccio

Tutti gli acquisti, spiegano all’Ordine dei medici, sono sono stati concordati con i dirigenti delle Unità Operative Ospedaliere e con i medici per ottimizzare al meglio le risorse.

Sono state annunciate ulteriori donazioni che verranno impiegate con altrettanta oculatezza.

L’Ordine dei medici ha voluto esprimere un ringraziamento alle aziende, associazioni ed enti: Cooperativa Allevatori Ovini di Siamanna (CAO), Rotary Club Oristano, Organizzazione Produttori Risicoli Sardi,  Comitato Ferragosto Leva di Bortigali, Coro tradizionale sardo San’Atzei di Simaxis, l’Arcidiocesi di Oristano, LinkOristano, Fondo di Solidarietà Ordine dei Medici e Odontoiatri.

Ancora all’Ordine hanno voluto evidenziare la generosità di tantissimi cittadini i cui nomi verranno pubblicati a fine raccolta, ed dei DJ oristanesi che hanno sostenuto l’iniziativa con le loro maratone musicali.

“Tutti i medici della Provincia”, affermano dall’Ordine dei medici, “esprimono un grande ringraziamento per la vicinanza ricevuta in un momento tanto difficile, sicuri che con l’impegno di tutti si riuscirà presto a superarlo”.

Come si può donare. Per sostenere la raccolta fondi promossa dall’Ordine dei medici della provincia di Oristano e da Linkoristano si può effettuare una donazione utilizzando il conto postale intestato all’Ordine dei Medici della provincia di Oristano, IBAN: IT54O0760117400000004722250. Causale “Emergenza Coronavirus”.

Ricordiamo che per le erogazioni effettuate da persone fisiche e finalizzate a finanziare interventi utili a sconfiggere il Covid-19 spetta una detrazione d’imposta lorda pari al 30 per cento per un importo non superiore a 30 mila euro.

Le donazioni effettuate da aziende sono integralmente deducibili dal reddito d’impresa ai fini Ires e Irap.

Domenica, 5 aprile 2020

L'articolo Oltre centomila euro per aiutare i sanitari contro il coronavirus. Grazie! sembra essere il primo su LinkOristano.it.

Fonte: Link Oristano

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per info e segnalazioni scrivi a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.