Oltre cento chili di sabbia attendono di tornare a casa nel Sinis
È il bottino restituito da turisti pentiti: l’ultima dalla Toscana ne ha spedito 15 chili

La sabbia restituita dalla turista toscana. In primo piano i chicchi di quarzo di Is Arutas – Foto da pagina Facebook “Sardegna rubata e depredata”

Ieri l’annuncio di una turista toscana che ha restituito 15 chili di sabbia sottratta da alcune spiagge della Sardegna, tra le quali Is Arutas. Ma negli uffici dell’Area Marina Protetta sono cento i chili di preziosi chicchi di quarzo che attendono di tornare a casa.

Il gesto della donna, l’ultimo di una serie sempre crescente di restituzioni, è stato reso noto dai gestori della pagina Facebook ‘Sardegna Rubata e Depredata’, gestita dai controllori di sicurezza dell’aeroporto di Elmas che da anni si spendono per impedire il furto di sabbia dalle spiagge dell’Isola.

“Li sentirò la prossima settimana e, in base alla loro disponibilità, organizzeremo la restituzione della sabbia”, dice il direttore dell’Area Marina Protetta, Massimo Marras. “Insieme a quella che porteranno loro, tornerà a casa anche quella che ho nel mio ufficio, un centinaio di chili. E siamo in attesa di andare a recuperare un altro pacchetto”.

Quella conservata nella sede dell’Area Marina è la sabbia restituita durante tutto il periodo estivo da chi ha maturato una sensibilità per il tema ambientale o che se l’è ritrovata in casa, prelevata da parenti: “Spesso sono persone che non vivono in Sardegna e approfittano del periodo di vacanza che trascorrono qui per restituirla”, spiega Marras.

“Gesti come questi sono molto importanti”, continua il direttore dell’Amp, “non tanto per il ripristino dei sedimenti, che a conti fatti è piuttosto esiguo, quanto per il messaggio di sensibilizzazione che contribuisce anche a ricordare a tutti che la sabbia non si può prelevare”.

Sabato, 10 ottobre 2020

L'articolo Oltre cento chili di sabbia attendono di tornare a casa nel Sinis sembra essere il primo su LinkOristano.it.

Fonte: Link Oristano

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per info e segnalazioni scrivi a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.