Il sindaco era stato accusato su Facebook da Gabriella Palermo. Sentita dagli inquirenti l’ex assessore Silvana Pinducciu: «Anch’io molestata»

OLBIA. La guerra di denunce sfociata in una corposa inchiesta che vede indagato per violenza sessuale il sindaco Settimo Nizzi, arriva a una svolta. La Procura ha chiesto l’archiviazione del procedimento penale nei confronti del primo cittadino. Ma non solo per lui. La stessa richiesta è stata formulata al gip del tribunale di Tempio anche per la sua accusatrice, la dirigente comunale Gabriella Palermo – attualmente sospesa dal lavoro per sei mesi, senza stipendio, colpita da un provvedimento disciplinare – accusata dal sindaco di calunnia e di tentata estorsione. Una vicenda complessa, intrisa di anni di conflitti e tensioni tra i due, nella quale, nel corso del tempo, sono stati tirati in ballo anche assessori e dirigenti comunali a loro volta finiti sotto inchiesta dopo la raffica di denunce presentate dalla Palermo.

Articolo completo e altri servizi nel giornale in edicola e nella sua versione digitale

Fonte: La Nuova Sardegna

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per info e segnalazioni scrivi a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.