Si è concluso ieri in serata il trasporto sanitario d’urgenza effettuato da un Falcon 900 del 31° Stormo dell’Aeronautica Militare che ha volato dall’aeroporto di Olbia a quello di Ciampino con a bordo un bambino di 9 anni in imminente pericolo di vita.

La richiesta di un immediato trasferimento dall’Ospedale S. Francesco di Nuoro all’Ospedale Pediatrico Bambino Gesù di Roma è stata avanzata dalla Prefettura di Nuoro alla Sala Situazioni di Vertice del Comando della Squadra Aerea, la sala operativa dell’Aeronautica Militare che ha tra i propri compiti quello di organizzare e gestire questo genere di trasporti su tutto il territorio nazionale.

A bordo del velivolo Falcon 900, il giovane paziente è stato imbarcato in barella all’aeroporto di Olbia insieme alla mamma e all’equipe medica. Atterrati all’aeroporto di Ciampino li attendeva l’autombulanza per completare il trasferimento verso l’ospedale pediatrico romano.

Attraverso i suoi Reparti di Volo, l’Aeronautica Militare mette a disposizione mezzi ed equipaggi pronti a decollare in qualunque momento e in grado di operare anche in condizioni meteorologiche complesse per assicurare il trasporto urgente non solo di persone in imminente pericolo di vita, come accaduto oggi, ma anche di organi ed equipe mediche per trapianti. Sono centinaia ogni anno le ore di volo effettuate per questo genere di interventi dagli aerei del 31°Stormo di Ciampino, del 14° Stormo di Pratica di Mare e della 46ª Brigata Aerea di Pisa.

L'articolo Olbia-Roma, trasporto sanitario urgente con un Falcon dell’Aeronautica per salvare la vita a un bimbo proviene da Casteddu On line.

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per info e segnalazioni scrivi a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.