Via al restyling della Chiesetta Romanica di San Pietro di Ponte all’interno del Cimitero Storico di Quartu Sant’Elena. La Soprintendenza archeologica di Cagliari ha dato il via libera all’intervento dell’amministrazione che comprende anche la manutenzione ordinaria dei prospetti esterni dell’ingresso del cimitero monumentale, ivi compresa la pulizia dei fregi in sommità con rimozione e sostituzione delle porzioni di intonaco deteriorato e successivo ripristino, tinteggiatura e recupero delle inferriate.

Per quanto riguarda la Chiesetta invece si procederà ad opere di pulizia delle murature dalle incrostazioni derivanti dagli agenti atmosferici, alla manutenzione della copertura con sostituzione dei coppi ammalorati e verifica dell’impermeabilizzazione e dei canali di scolo. Dato il buono stato complessivo dell’edificio, anche in questo caso si tratta di manutenzione ordinaria, Per un totale complessivo di 80 mila euro, suddivisi in 70 mila per l’intervento sui muri perimetrali e 10 mila sulla Chiesetta. Fondi che sono stati reperiti a suo tempo dalla vendita delle tombe gentilizie e che ora verranno messi a disposizione per la manutenzione del Cimitero.

La Soprintendenza ha inoltre autorizzato l’intervento di manutenzione ordinaria sulle facciate esterne della Chiesetta storica di Sant’Agata, nella centralissima Piazza Azuni. L’intervento, previsto dall’Amministrazione Comunale, è finalizzato a ripristinare le condizioni di decoro dell’edificio a seguito di distacco di intonaci e pitture in alcune porzioni della facciata principale e di quella laterale. Nell’autorizzazione si prescrive inoltre che ove fossero presenti tracce di intonaci originari questi dovranno essere preservati, “con sostituzione delle sole porzioni effettivamente ammalorate ed irrecuperabili, o di quelle realizzate in epoche recenti con malte cementizie, come peraltro indicato nell’istanza”. Inoltre, i colori dovranno essere a base di latte di calce pigmentata con terre naturali o ossidi inorganici, da concordare sotto la supervisione della Soprintendenza. Il costo ammonta in questo caso ad 11 mila euro più gli oneri previsti. Il valore complessivo degli interventi ammonta dunque a 90 mila euro più oneri.

A seguito di istanza di autorizzazione paesaggistica, la Soprintendenza ha dato parere favorevole anche all’Ampliamento del Cimitero Comunale in data 21 giugno 2022: autorizzazione pervenuta al Comune di Quartu contestualmente all’arrivo delle precedenti di cui sopra.

L’intervento costituisce il primo lotto di un più ampio progetto generale di ampliamento del Cimitero esistente suddiviso in fasi, ciascuna corrispondente a lotti funzionali, di cui, allo stato attuale, è prevista la realizzazione del Settore B nelle aree già in possesso dell’amministrazione Comunale. La fase successiva prevede l’attuazione dei settori (A-C-D) da realizzarsi a seguito degli espropri delle aree private individuante nel piano particellare di espropri. Il progetto relativo ad un primo lotto funzionale dell’ampliamento del Cimitero (Lotto 1 settore B), prevede i seguenti interventi:

– Una struttura a tre piani in cui saranno alloggiati n. 6 colombari per ogni livello per un totale di circa 2.900 loculi e 200 ossari.

– I camminamenti intorno ai loculi

– Piccole cappelle aderenti il muro esistente, in corrispondenza col muro di separazione con il vecchio cimitero, più precisamente n.6 cappelle più grandi da 6 loculi ad apertura laterale e 6 cappelle da 3 loculi ad apertura laterale. In totale si avranno ulteriori 54 loculi disponibili.

– Un blocco sevizi igienici, distinti per sesso, composti da antibagno con doppio lavandino e un vano WC per portatori di handicap.

L'articolo Ok della Soprintendenza al restauro delle chiese storiche di Quartu proviene da Casteddu On line.

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 

Leggi tutte le notizie del giorno in Sardegna

Leggi tutte le Offerte di Lavoro in Sardegna


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. *La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per informazioni e segnalazioni scrivi al nostro indirizzo e-mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.