Nuovo Dpcm. Spostamenti, bar, musei, cartelle esattoriali: ecco le novità
Prime anticipazioni sulla bozza all’esame del governo

Prime anticipazioni in tarda serata sulla bozza del nuovo Dpcm che il governo sta predisponendo per fare fronte alla pandemia di coronavirus. Il provvedimento sarà valido da sabato prossimo 16 gennaio e sino al 5 marzo prossimo.

Per i bar e le attività commerciali che vendono bevande e alcolici, come le enoteche, scatta il divieto di vendita da asporto alle 18.

In arrivo una mini-proroga dell’invio delle cartelle esattoriali.

Anche nelle zone rosse sarà possibile andare a casa di amici e parenti, in massimo due persone, spostandosi verso una sola abitazione privata abitata. Chi vive nei comuni con meno di 5mila abitanti, dice ancora il decreto, potrà invece spostarsi per una distanza non superiore ai 30 km dal confine, con esclusione dei capoluoghi di provincia.

Riaprono i musei, gli istituti e i luoghi di cultura nelle zone gialle.  L’apertura è prevista dal lunedì al venerdì e solo in condizioni di sicurezza.

Gli impianti sciistici rimarranno chiusi fino al 15 febbraio.

Via libera alle crociere.

Giovedì, 14 gennaio 2021

L'articolo Nuovo Dpcm. Spostamenti, bar, musei, cartelle esattoriali: ecco le novità sembra essere il primo su LinkOristano.it.

Fonte: Link Oristano

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per info e segnalazioni scrivi a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.