Nuova denuncia dopo i furti ai magazzini della Lidl di Oristano
Ancora nei guai la giovane accusata che risiede a Ghilarza

Carabinieri

Una nuova denuncia a carico della donna accusata di una serie di furti messi a segno nei magazzini Lidl di Oristano, Guspini e San Gavino Monreale. La giovane di 29 anni, originaria di Roma, residente a Ussana e domiciliata a Ghilarza, deve rispondere ora anche della violazione del “divieto di dimora nel Comune di Oristano”.

Secondo gli accertamenti dei carabinieri della stazione di Barrali, che avevano fermato la giovane a un posto di blocco e scoperto l’autrice dei furti, a carico della donna era stato emesso questo provvedimento dall’autorità di pubblica sicurezza, a settembre scorso, per altre vicende di cronaca verificatesi in città. Le telecamere del punto vendita Lidl avevano però ripreso la giovane il 3 febbraio scorso alle 10 del mattino, all’interno del magazzino Lidl di via Nuoro. Da qui la nuova denuncia.

I furti nei magazzini erano stati compiuti utilizzando una borsa schermata. La donna aveva rubato diversi indumenti da donna e cioccolata, ma per sua sfortuna era incappata in un posto di blocco dei carabinieri di Barrali che avevano notato nella sua auto la refurtiva, priva di scontrino.

Giovedì, 25 febbraio 2021

L'articolo Nuova denuncia dopo i furti ai magazzini della Lidl di Oristano sembra essere il primo su LinkOristano.it.

Fonte: Link Oristano

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per info e segnalazioni scrivi a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.