A pochi giorni dal Natale continua a peggiorare la situazione della pandemia da covid in Sardegna, come nel resto d’Italia e d’Europa. Secondo i dati della fondazione Gimbe, che ogni giovedì fotografa la situazione attraverso i numeri, nella settimana fra l’8 e il 14 dicembre l’incidenza dei positivi nell’isola è aumentata del 17,7%, con 210 casi ogni 100mila abitanti a fronte dei 168 del rilevamento precedente. Sette giorni fa la situazione migliore si registrava nella città metropolitana di Cagliari, situazione completamente ribaltata da quest’ultima rilevazione, che registra il raddoppio dei casi (da 33 a 69 ogni 100mila abitanti), mentre nel sud Sardegna la situazione resta più o meno stabile con 75 contagi pur se con un leggero incremento dei casi. Migliora invece la situazione nel Sassarese, si passa da 78 a 60 casi, peggiora nel Nuorese passando da 76 a 123. Tutto sommato stabile la situazione nell’Oristanese con 61 contagi.

Ma a fronte di un aumento di casi positivi, la situazione negli ospedali della Sardegna resta decisamente sotto controllo: i reparti Covid sono occupati al 5%, le terapie intensive al 3%, numeri ben lontani dalle rispettive soglie di allarme fissate al 15% e 10%.

L'articolo Nuova accelerata del Covid in Sardegna: +17% in una settimana, casi raddoppiati a Cagliari e città metropolitana proviene da Casteddu On line.

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 

Leggi tutte le notizie del giorno in Sardegna

Leggi tutte le Offerte di Lavoro in Sardegna


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. *La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per informazioni e segnalazioni scrivi al nostro indirizzo e-mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.