In campo polizia, carabinieri e Guardia di Finanza. Numerose sanzioni

NUORO. Sono proseguiti anche in questo fine settimana specifici controlli organizzati dalla questura di Nuoro sia nel capoluogo che nella provincia finalizzati alla prevenzione e alla repressione dei reati e dei comportamenti illeciti secondo la vigente normativa anti Covid-19 anche in considerazione del pericolo di assembramenti vietati nel periodo di carnevale.
«In tale contesto - si legge in una nota della questura di Nuoro -, nella giornata di venerdì 12 è stato attuato un articolato dispositivo di controllo del territorio a cui hanno preso parte gli equipaggi del Commissariato di Pubblica Sicurezza di Macomer e della Polizia Stradale, dell’Arma dei Carabinieri e della Guardia di Finanza che hanno effettuato capillari controlli nelle piazze e nelle strade, in particolare, di Suni e del comune di Bosa dove sono state identificate più di cento persone con 2 sanzioni irrogate per violazione del codice della strada e dove sono stati sottoposti a controlli amministrativi 3 esercizi pubblici che sono risultati in regola con le disposizioni per la prevenzione della diffusione del Covid-19. Nella stessa giornata gli agenti del Commissariato di Pubblica Sicurezza di Ottana hanno assicurato il rispetto del divieto di assembramento e dell’obbligo del distanziamento fisico nei bar e negli esercizi pubblici del centro cittadino e del vicino paese di Bolotana dove, a seguito di numerosi posti di controllo nelle principali vie di accesso urbane, si è proceduto al sequestro amministrativo di un veicolo che circolava sprovvisto di copertura assicurativa».
«Nella giornata di sabato 13 - prosegue la nota - i controlli sono proseguiti a Nuoro dove sono stati fatti osservare gli obblighi di utilizzo dei dispositivi di protezione delle vie respiratorie anche nelle strade, nelle piazze e all’interno di 12 attività commerciali aperte al pubblico, con particolare attenzione al quartiere Seuna e ai principali luoghi di aggregazione dei più giovani per prevenire assembramenti di persone non consentiti. In particolare, i controlli hanno condotto all’irrogazione di 3 sanzioni amministrative per violazione dell’obbligo di indossare i prescritti dispositivi di protezione delle vie aeree e alla contestazione di sanzioni amministrative nei confronti sia del gestore di un bar del centro cittadino che ai 10 avventori che consumavano cibi e bevande sul posto dopo le ore 19,00 in violazione della prevista limitazione oraria. I controlli sono continuati, inoltre, in ogliastra, in località Arbatax, presso il punto panoramico del piazzale degli Scogli Rossi e a Tortolì dove gli agenti del Commissariato di Pubblica Sicurezza hanno perseguito l’azione di prevenzione e contrasto dei comportamenti illeciti con l’irrogazione di 2 sanzioni per mancato utilizzo dei dispositivi di protezione delle vie respiratorie e con mirati controlli amministrativi di 5 attività di somministrazione di alimenti e bevande che si sono conclusi con la contestazione a un esercente un noto bar di Tortolì della violazione dell’obbligo di segnalazione del numero massimo di persone il cui ingresso era consentito durante le fasce orarie prescritte».

Fonte: La Nuova Sardegna

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per info e segnalazioni scrivi a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.