Tra i titolari di bed and breakfast che notano difficoltà nell’attuale “metodo Solinas” c’è anche Andrea Pes, 68 anni, gestore di b&b nel rione cagliaritano di San Benedetto. La certificazione di negatività per i vacanzieri che vogliono arrivare nell’Isola potrebbe non essere copiato, come metodo, dalle altre regioni: “E se altre regioni non lo fanno? La Sardegna sarebbe l’unica e i turisti andrebbero da altre parti, non mi sembra tutta questa furbizia”, osserva. “Tanto vale attendere che tutti siano vaccinati, il mio bed and breakfast lo riaprirò solo dopo che avrò la sicurezza che la situazione legata ai contagi e ai controlli sia davvero migliorata”. Insomma, per Pes è meglio restare ancora fermi ai box e non rischiare grattacapi con possibili vacanzieri positivi al Covid-19.“Per me l’attestato di negatività potrebbe non bastare, se uno deve comunque viaggiare potrebbe contrarre lo stesso il Covid. Alcuni miei colleghi, infatti, hanno avuto problemi con dei clienti positivi: meglio che si facciano prima il vaccino”.

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per info e segnalazioni scrivi a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.