La Sardegna ha già pagato un alto prezzo sotto il profilo ambientale: sono tanti i siti inquinati che attendono ancora la bonifica
 

SASSARI. Il no al deposito di scorie arriva compatto da tutta la Sardegna. Una terra che in questi anni ha pagato in modo pesante scelte politiche sbagliate. Scelte che hanno portato nell’isola le servitù militari, e industrie che hanno lasciato più veleni che posti di lavoro.

L’elenco è lungo da Porto Torres a Sarroch, dalla Maddalena alle miniere dimesse del Sulcis. Terre avvelenate, che aspettano da anni bonifiche promesse da governi di ogni colore e rimaste, in gran parte inevase. Nella zona industriale di Porto Torres ci sono diverse centinaia di ettari di terreni altamente inquinati. Alla Maddalena si attendono ancora le bonifiche davanti all’ex arsenale.

Fonte: La Nuova Sardegna

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per info e segnalazioni scrivi a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.