Niente alcol, petardi e feste per carnevale. A Terralba un’ordinanza anti-assembramenti
Sarà in vigore da domani. No anche all’esposizione dei carri allegorici

Immagine d’archivio

Anche a Terralba arriva una stretta anti-assembramenti per il carnevale. Nelle scorse ore il sindaco Sandro Pili ha firmato un’ordinanza che vieta, oltre alle feste, anche la vendita, il consumo e la detenzione di bevande confezionate in contenitori di vetro e latta, la detenzione e la vendita di coltelli, petardi e materiale infiammabile. L’ordinanza sarà valida dalle ore 14 dei giorni 11, 12, 13, 14 e 16 febbraio e fino alle ore 7 dei giorni immediatamente successivi.

Il provvedimento vieta ai titolari di attività commerciali o di somministrazione la vendita per asporto di bevande, alcoliche e non, confezionate in contenitori di vetro e latta. È fatto divieto a chiunque, nell’intero territorio di Terralba, di consumare e detenere bevande alcoliche e bevande non alcoliche confezionate in contenitori in vetro e latta in aree pubbliche e aperte al pubblico.

Sandro Pili

È vietato anche l’utilizzo, all’interno del territorio comunale, di petardi, razzi minifuoco e altro materiale esplosivo o infiammabile che possa essere fonte di pericolo per la pubblica incolumità.

L’ordinanza vieta, infine, di organizzare e partecipare a festeggiamenti carnevaleschi che potrebbero diventare occasione di assembramenti. È vietata anche l’esposizione di carri allegorici.

Mercoledì, 10 novembre 2021

L'articolo Niente alcol, petardi e feste per carnevale. A Terralba un’ordinanza anti-assembramenti sembra essere il primo su LinkOristano.it.

Fonte: Link Oristano

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. *La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per informazioni e segnalazioni scrivi al nostro indirizzo e-mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.