Negativi anche i tamponi sul personale e sui pazienti della Cardiologia
Eseguiti all’ospedale San Martino dopo il contagio da coronavirus di un’infermiera

Anche i tamponi sul coronavirus eseguiti al personale e ai pazienti del reparto di cardiologia dell’ospedale San Martino di Oristano hanno dato esito negativo. La notizia segue di poco quella diffusa in serata e riferita all’Istituto Santa Maria Bambina, dove ugualmente i tamponi eseguiti hanno dato esito negativo.

In ospedale i controlli erano scattati dopo il contagio di un’infermiera del reparto di cardiologia. Complessivamente sono stati eseguiti un centinaio di tamponi su personale e pazienti.

All’Istituto Santa Maria Bambina, invece, sotto esame 140 persone impegnate a vario titolo nell’Istituto e poco meno di 60 pazienti. Anche per tutti loro esito negativo al tampone del coronavirus.

In questo caso i controlli erano scattati successivamente al contagio riscontrato su un medico impiegato nel servizio di guardia notturna dell’Istituto. Originario del Medio Campidano, il sanitario non avrebbe avuto molti contatti con i pazienti e il personale.

Domenica, 10 maggio 2020

L'articolo Negativi anche i tamponi sul personale e sui pazienti della Cardiologia sembra essere il primo su LinkOristano.it.

Fonte: Link Oristano

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per info e segnalazioni scrivi a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.