Stringe felice tra le mani una pergamena con i simboli di Cagliari, dal fenicottero alle palme del Poetto. E una nastro rossoblù “chiude”, in tutti i sensi, l’incontro tra Natalia Vacca Ferrai, la 21enne molestata da un maniaco due settimane fa in via Cornalias, e il sindaco Paolo Truzzu, che l’ha voluta incontrare. Con loro anche la presidentessa della Croce Rossa cagliaritana, Fernanda Loche. Natalia, infatti, aveva da poco terminato il turno da volontaria e indossava ancora la divisa quando è stata avvicinata e molestata: “Il sindaco mi ha mostrato la sua solidarietà e vicinanza, ci ha tenuto a farmi presente che ci sarà un migliore coordinamento con le Forze dell’ordine per fare in modo che episodi come quello che è capitato a me possano essere prevenuti”. Infatti, il caso di Natalia non è l’unico, nella zona tra Mulinu Becciu e Su Planu da anni fioccano le denunce legate alla presenza di un maniaco, un 40enne col volto sempre coperto, che importuna le donne. “Sì, non è il primo caso”, conferma la ventunenne.“A due settimane di distanza mi sento molto meglio, spero che ciò che ho fatto, cioè aver denunciato pubblicamente, serva perchè fatti simili non capitino più. Non sono ancora tornata alla mensa universitaria di via Sulcis, ci tornerò presto e andrò anche in altre mense”. Insomma, la vita continua, nonostante tutto: “A prescindere da tutto, penso che tutte le ragazze debbano capire che non c’è vergogna o imbarazzo quando si denunciano fatti simili. Il sindaco ci ha tenuto a scusarsi, da parte della città e delle Forze dell’ordine, per quanto è successo”.

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 

Leggi tutte le notizie del giorno in Sardegna

Leggi tutte le Offerte di Lavoro in Sardegna


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. *La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per informazioni e segnalazioni scrivi al nostro indirizzo e-mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.