Nasce il nuovo asilo nido comunale a Uta. L’edificio potrà ospitare bambini con età minima di tre mesi sino ai trentasei mesi. Gli spazi a loro dedicati saranno suddivisi per fasce d’età e nello specifico si avranno tre sezioni (lattanti, mezzi divezzi e divezzi).
Tra gli obiettivi di fondo, la progettazione garantisce un edificio sicuro, sostenibile sia a livello ambientale che economico, accogliente ed adeguato alle innovative concezioni di didattica.
Il nido contiene degli spazi modulari, facilmente configurabili ed in grado di rispondere a contesti educativi sempre diversi. Inoltre, il progetto è stato concepito per arricchire l’ambiente di apprendimento allo scopo di ottenere un buon livello qualitativo sensoriale, attraverso la valorizzazione della luce e la continua connessione con l’ambiente naturale esterno.
Il Sindaco Giacomo Porcu rivela: “Proseguiamo con un ricco programma di opere pubbliche che daranno risposte alle tantissime nuove esigenze della Comunità. Il sostegno alle famiglie passa anche dal far nascere questi servizi, importante in particolar modo per le donne lavoratrici che spesso devono fare salti mortali per gestire al meglio i primi anni da neomamme”.
Il Vicesindaco Michela Mua spiega a Casteddu Online: “La nostra Amministrazione ha sempre investito risorse economiche e tante energie per la realizzazione di strutture dedicate ai bambine e bambini, alle ragazze e ai ragazzi, atte a  garantire loro ambienti educativi e scolastici di altissimo livello. Questo finanziamento di vecchia data è stato da noi incrementato per arrivare ad una qualità architettonica avanzata e per offrire un servizio ottimale per le famiglie.
Oltre a Iscol@, agli interventi di riqualificazione dei plessi scolastici esistenti, ai bandi destinati all’edificio adibito a ludoteca, anche questo progetto va a rafforzare il percorso intrapreso per creare una vera e propria comunità educante.”
Eleonora Meloni, Assessore alle politiche sociali, aggiunge: “Un importante obbiettivo raggiunto, che permetterà di accrescere il benessere delle famiglie e dei bambini. Un servizio sociale importante che non poteva mancare nel nostro paese essendo uno dei paesi con un tasso di natalità tra i più alti della Sardegna”.
E Marta Manca Assessora alle politiche giovanili, sottolinea l’importanza di questa nuova opera per Uta e le sue famiglie: “Riteniamo sia un dovere investire in questi servizi, i nidi sono luoghi fondamentali per la crescita dei bambini e per aiutare i loro genitori a conciliare la loro vita familiare con quella lavorativa”.

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per info e segnalazioni scrivi a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.