“Per salvare il porto di Arbatax serve un intervento al massimo livello, occorre che il presidente Solinas se ne occupi in prima persona aprendo un’interlocuzione diretta con il Governo per ottenere che lo scalo sia inserito all’interno dell’Autorità di sistema portuale del mare di Sardegna. Il presidente Pigliaru aveva aperto la strada, ora bisogna finalmente insistere con decisione, dando seguito a mozioni, ordini del giorno e soprattutto necessità di lavoratori e operatori. Il rilancio e lo sviluppo del porto di Arbatax sono possibili e passano attraverso la messa in rete, la realizzazione di infrastrutture e collegamenti, l’attrazione di investimenti e traffici”. Lo afferma la presidente della commissione Lavoro della Camera Romina Mura (Pd) dopo che il mancato stanziamento, da parte della Regione Sardegna, delle risorse necessarie ha portato all’interruzione del servizio di vigilanza.

“Per raggiungere l’obiettivo – aggiunge Mura – il presidente Solinas sa di poter contare sul sostegno di tutte le parti politiche a cominciare dal Pd. Come chiesi in occasione dell’approvazione della riforma Delrio, ribadisco con ulteriore convinzione che è necessario riclassificare e inserire Arbatax nell’Autorità di sistema portuale. Però deve finire l’inerzia e il presidente della nostra Regione Autonoma deve muoversi”.

L'articolo Mura: “Solinas si occupi personalmente del rilancio del porto di Arbatax” proviene da Casteddu On line.

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per info e segnalazioni scrivi a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.