Era ricoverato da anni nella Rsa di Colle Santa Filomena a Bosa per problemi di salute, Bruno Deriu, 48enne di Montresta, paesino dell’Oristanese. Nella notte è stato stroncato da un infarto, e la sua morte ha sconvolto due paesi: Bosa e la sua Montresta, 450 anime, nell’Oristanese. Qualche giorno fa proprio la Rsa che piange la scomparsa di un suo ospite era balzata alle cronache per un focolaio Covid: 19 positivi tra operatori e ospiti. “Bruno è risultato positivo, insieme agli altri ospiti,ma nessuno di loro ha manifestato sintomi importanti”, spiega il sindaco Piero Franco Casula. “In questi giorni dovrebbero ripetere tutti il tampone. Bruno era cardiopatico e nella notte gli è venuto un infarto”. Che, purtroppo, è risultato fatale.

 

 

Choc e lacrime anche a Montresta. Il sindaco, Salvatore Salis,pubblica un fiocco nero sul suo profilo Facebook e un messaggio molto toccante: “Un’altra triste notizia turba questo giorno di festa, un’altra giovane vita spezzata. Bruno aveva soltanto 48 anni. Esprimo la vicinanza dell’amministrazione comunale e di tutta la cittadinanza alla famiglia Deriu, già duramente provata da un’altra, recente, incommensurabile perdita, con la speranza e la preghiera che non si debbano più piange persone così giovani”.

L'articolo Muore stroncato da un infarto a 48 anni nell’Rsa di Bosa, lacrime per Bruno Deriu proviene da Casteddu On line.

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 

Leggi tutte le notizie del giorno in Sardegna

Leggi tutte le Offerte di Lavoro in Sardegna


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. *La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per informazioni e segnalazioni scrivi al nostro indirizzo e-mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.