Una comunità sotto choc, distrutta da una tragedia nella tragedia. Gonnosfanadiga è in lutto per la scomparsa di Silvana Concas e Efisio Dessì. Marito e moglie, morti a poche ore di distanza. Lei, 65 anni, al Santissima Trinità mercoledì, di Covid, e lui, 71 anni, positivo al virus, ieri sera, si è tolto la vita con un colpo di fucile. Il corpo dell’uomo è stato trovato da un parente, che ha subito dato l’allarme. Sul posto sono arrivati i carabinieri, ma non c’era più nulla da fare. E oggi regna l’incredulità e lo sgomento, a Gonnosfanadiga. Il sindaco Andrea Floris, ieri sera, aveva postato poche righe su Facebook, invitando tutti al silenzio “come segno di vicinanza ad una famiglia segnata da una tragedia immane”.Contattato da Casteddu Online, Floris conferma il clima di dolore e tristezza nella comunità: “Una doppia tragedia, non lasceremo soli i figli e i familiari di Efisio e Silvana. Li aiuteremo concretamente, cercando di venire incontro a tutte le loro esigenze, come stiamo già facendo”, afferma il primo cittadino. “É umano, oltre che normale, che tutta l’amministrazione comunale sia vicina al loro dolore”. Nel sito del Comune è stato pubblicato un comunicato, firmato dallo stesso sindaco: “Manifestazione di cordoglio: l’amministrazione comunale, unitamente alla popolazione tutta, si unisce al dolore per la morte improvvisa e prematura che ha colpito i nostri concittadini, ed esprime il più sentito cordoglio”.

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per info e segnalazioni scrivi a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.