Francesco Paolo Uleri era deceduto 5 anni fa
SASSARI. Avevano lasciato gli amici, dopo una birra bevuta in allegria, con l’annuncio di essere diretti a casa. Invece, durante il tragitto c’era stata un imprevisto: l’auto aveva preso velocità nello sterrato, si era rovesciata e fatto un volo di una ventina di metri per finire sulla scogliera con le ruote per aria.
Francesco Paolo Uleri, Franco per gli amici e tutti quelli che lo conoscevano, 36 anni sassarese, era morto sul colpo. Il suo corpo galleggiava in mare quando erano arrivati i primi soccorritori. Davide Sini, 35 anni, residente all’Argentiera si era salvato per miracolo. Non aveva riportato neppure una frattura, solo ematomi e leggeri traumi. Ma lo choc più grande era stata la morte del suo migliore amico.
Ieri mattina, a quasi cinque anni di distanza, è arrivata per l’uomo la condanna da parte del giudice Mauro Pusceddu a un anno di reclusione e la sospensione della patente per due anni. Difeso dall’avvocato Luigi Espostio, Sini che è incensurato era accusato di omicidio colposo, ma potrà beneficiare della sospensione condizionale della pena.
La tragedia si era verificata il 29 agosto del 2015 a Porto Palmas, a cento metri dalla spiaggia della “Frana”. I due amici si trovavano a bordo della Atos Hyundai rossa in uso a Davide Sini, ma – secondo i primi accertamenti della polizia stradale di Sassari intervenuta sul posto – alla guida c’era Franco Uleri. Durante il processo non si era riusciti a fare chiarezza su questo punto perché Davide Sini non era riuscito a ricordare le fasi precedenti la tragedia. A dare l'allarme era stata una coppia di camperisti che aveva sentito il rumore dell’auto su di giri e poi lo stridere della lamiera e il botto sugli scogli. Quando erano arrivati i vigli del fuoco e gli agenti della Stradale insieme al 118 per Franco Uleri purtroppo non c’era più niente da fare. (l.f.)

Fonte: La Nuova Sardegna

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per info e segnalazioni scrivi a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.