Approvato dopo 25 anni il nuovo piano particolareggiato del centro storico a Monserrato, uno degli obiettivi strategici di mandato della maggioranza che sostiene il sindaco Tomaso Locci: “Finalmente la nostra città riparte, sarà possibile aprire ristoranti, locali e bed and breakfast in tutto il centro storico”, spiega, a Casteddu Online, il primo cittadino. Dopo 25 anni di blocco totale dell’area, causato dal piano approvato dalle precedenti amministrazioni, che di fatto aveva ingessato tutto il centro storico, saranno permessi frazionamenti delle unità abitative con minimali che si aggirano intorno ai 40 metri quadri, nuove aperture di finestre, portali carrabili e pedonali, l’utilizzo dei magazzini a fini abitativi e commerciali e di ristorazione, l’innalzamento di nuovi piani, la chiusura delle ‘lolle’ interne, con una modifica del concetto di storicità degli edifici che estenderà la possibilità di intervento a tante costruzioni prima invece escluse, realizzazione di impianti green di produzione elettrica, nuovi parcheggi e colonnine di ricariche elettriche, l’innalzamento degli indici di edificabilità riferendosi agli indici medi di isolato e non più ai precedenti maggiormente restrittivi”. Sono solo degli esempi degli interventi permessi “che rivitalizzeranno la città e il suo tessuto economico. Tali interventi saranno per ora applicati alla parte di centro storico che rimane fuori dal centro matrice. Attraverso un’interlocuzione con la Regione Sardegna già in corso, tali principi saranno presto applicati anche al centro matrice”.

 

Locci spiega anche che “con l’approvazione del piano particolareggiato del centro storico sarà anche possibile trasformare o ingrandire le case, per affittarle ai vacanzieri o agli studenti”. Un Consiglio comunale che ha visto numerose assenze: “Completamente assente la minoranza non solo per cause di incompatibilità ma anche per scelta politica”. Compatta, invece, la maggioranza”, che fa passare il provveddimento con nove voti a favore: assenti il sindaco Locci e i consiglieri Ramona Perra e Francesca Cavalieri per dichiarata incompatibilità e il consigliere Alessio Locci per motivi non specificati. Locci, nel pungere la minoranza per la sua totale assenza, “dispiace che abbiano votato favorevolmente in tutte le commissioni ma poi non si siano presentati in aula nel momento più importante”, ringrazia per il lavoro svolto “la maggioranza consiliare, nel corso delle numerosissime riunioni affrontate sul tema, il presidente della commissione Ignazio Tidu, gli uffici amministrativi guidati dall’ingegner Muscas e tutti i professionisti incaricati di coadiuvarli, in primis l’ufficio del piano con gli ingegneri Milesi, Ligia e Senis”.

L'articolo Monserrato, storico ok al piano particolareggiato: “Sì a ristoranti e bed and breakfast in tutto il centro storico” proviene da Casteddu On line.

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per info e segnalazioni scrivi a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.