Approvate a Monserrato le linee di indirizzo del programma regionale “Ritornare a Casa” per l’anno 2020. Il progetto approvato dalla Giunta prevedere il contributo regionale ordinario fino a 16 mila euro e quello per il potenziamento dell’assistenza fino a un massimo di 27 mila euro, con il cofinanziamento comunale pari al 25% della somma regionale, disponibile, in considerazione dell’urgenza, già dal mese di luglio. “Siamo uno dei pochissimi Comuni che ha mantenuto la compartecipazione” spiega l’assessora alle Politiche sociali e del Lavoro Tiziana Mori. A chi è rivolto: il programma “Ritornare a casa” è finalizzato per le persone che necessitano di un livello assistenziale molto elevato. Nello specifico: in seguito alle dimissioni da strutture residenziali a carattere sociale e/o sociosanitario dopo un periodo di ricovero non inferiore a 12 mesi; a causa di una malattia neoplastica, si trovino nella fase terminale, clinicamente documentabile, della vita; per chi soffre di un grave stato di demenza valutato sulla base della scala CDRs con punteggio 5; per chi soffre di patologie non reversibili (degenerative e non degenerative con altissimo grado di disabilità) o ad andamento cronico degenerativo con pluripatologia.Il progetto personalizzato nasce dalla presa in carico del cittadino utente da parte dei servizi coinvolti che, unitamente al soggetto interessato e/o alla sua famiglia, definiscono gli obiettivi prioritari da raggiungere, analizzano le risorse disponibili, definiscono e coinvolgono altri eventuali attori necessari al piano, e definiscono le azioni di tutti i partecipanti.

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per info e segnalazioni scrivi a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.