È morto a 82 anni Antonio Lai. Monserratino doc, ex agricoltore, sposato e con figli, il suo cuore ha cessato di battere qualche ora fa. Ed è lutto in tutta la città. Lai era un socio della Prometeo onlus ed è stato tra i primi sardi a poter beneficiare di un trapianto di fegato, nel lontano 2004, all’ospedale Brotzu. Una donazione che gli ha permesso di vivere per tanti anni. A ricordarlo, molto commosso, è il presidente Pino Argiolas: “Uno dei figli ha sempre guidato il pullmino durante le nostre gite. Antonio, il 17 agosto 2004,è stato tra i primi trapiantati di fegato della Sardegna. Al Brotzu, infatti, professor Fausto Zamboni aveva iniziato ad eseguire trapianti nel mese di aprile dello stesso anno. Una persona dolce e sempre disponibile con tutti, Antonio, ci conoscevamo sin da prima del trapianto”.Un trapianto che, come ricorda Argiolas, “gli ha permesso di vivere tanti anni, riuscendo a veder crescere i suoi figli e i suoi nipoti. Stava lottando contro un’infezione, era stato anche ricoverato al Brotzu, sempre seguito dai medici della Chirurgia. Esprimo le mie più sentite condoglianze alla moglie, ai figli e a tutti i suoi parenti”. 

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per info e segnalazioni scrivi a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.