I titolari delle attività colpite dalle drammatiche conseguenze economiche della pandemia troveranno una sorpresa nel proprio conto corrente: sono infatti partiti i versamenti dall’ufficio ragioneria della somma messa a disposizione dal comune a sostegno di tutti coloro che hanno subito importanti perdite in seguito alle chiusure forzate, imposte dal governo nazionale.Un aiuto concreto, quindi, una boccata d’ossigeno per le decine di partite Iva, liberi professionisti che soffrono da oltre un anno.Non è comunque una novità: già l’anno scorso l’amministrazione guidata dal sindaco Tomaso Locci era intervenuta con la stessa modalità di sostegno economico.“Sono partiti i pagamenti per le attività che sono rimaste chiuse – comunica il primo cittadino a Casteddu Online – siamo riusciti a dare fino a 600 euro anche alle associazioni: alcune hanno la partita Iva e anche loro sono in difficoltà dopo praticamente un’anno di inattività”.I beneficiari ringraziano, da troppi mesi soffrono a causa delle dure restrizioni subite e che, ancora oggi, lavorano parzialmente o, addirittura, sono costretti a tenere le serrande abbassate.“In questo periodo di pandemia – spiega Simona Cardia titolare, con la famiglia, del bar edicola Square – abbiamo deciso di non mollare aprendo tutti i giorni anche con il servizio d’asporto, che, pur essendo un periodo complicato, sta riscuotendo parecchio successo grazie anche all’appoggio e la grinta del nostro personale. Ci teniamo a ringraziare il sindaco Tomaso Locci e la sua giunta comunale che, oltre ad aver prolungato la concessione gratuita del suolo pubblico, non ci ha mai fatto sentire soli, sostenendoci ed informandosi anche personalmente della situazione lavorativa, dando persino un aiuto economico alle attività di Monserrato per due anni consecutivi”.Le fa eco Marina Nurra, titolare del centro estetico Tempio Del Benessere: “Un grande ringraziamento all’amministrazione comunale per i contributi da me ricevuti per la pandemia”.Un aiuto importante, insomma, in un momento di particolare sconforto.I dettagli: “Sono 100 mila euro i fondi che, per la seconda volta, vengono destinati alle attività commerciali – specifica Roberta Argiolas, presidente della commissione commercio – sono stati stanziati a sostegno delle attività produttive in seguito all’emergenza covid-19.Ci sono stati provvedimenti a livello nazionale che hanno impedito a determinate attività di lavorare, perciò la nostra amministrazione ha pensato di inserire in bilancio altri 100 mila euro per poter intervenire a favore di queste categorie se ci fosse stata una terza ondata, una terza fase con la chiusura delle varie attività. Quindi, esattamente come già è stato fatto in primavera, con la delibera del primo aprile 2020, nel momento in cui tante persone sono state costrette ad abbassare le serrande, l’amministrazione è intervenuta stanziando delle cifre in base a criteri di valutazione, ossia chiusure per disposizione o per altri motivi, magari perché una attività non ce la faceva ad andare avanti, oppure aperture e chiusure con limitazioni, in base al reddito, al locale in affitto o un mutuo immobiliare. Insomma, il tutto per poter intervenire in base alle esigenze economiche delle proprie attività.Adesso sono partiti i pagamenti dall’ufficio ragioneria, i beneficiari riceveranno automaticamente nel proprio conto corrente il contributo”.

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per info e segnalazioni scrivi a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.