A Radio CASTEDDU il sindaco di Monserrato Tomaso Locci: “Mi dispiace che la situazione che stiamo vivendo è pesantissima per le attività imprenditoriali come bar e ristoranti. Io sono sempre solidale con loro e ci si aspettava di poter riprendere, almeno, per quelle attività proprio in questo periodo.Come sindaci siamo pronti a ripartire, a dare sostegno alle attività: infatti, nel mio comune ripartirà una importante iniziativa: avevo già dato dei contributi proprio a quelle attività che hanno avuto delle perdite. Noi vogliamo stare ancora più vicini: siamo stati i primi in Sardegna a inserire anche i liberi professionisti, tutte quelle attività che, in un modo o nell’altro, sono state chiuse e non ci siamo dimenticati che molti liberi professionisti non potevano  lavorare. Abbiamo deciso di aiutarli e lo stiamo facendo per la seconda volta: partirà subito dopo Pasqua e siamo riusciti ad avere anche un contributo per le associazioni che sono rimaste chiuse e hanno una partita IVA. Siamo riusciti a stanziare 100 mila euro ed erogheremo massimo 500 euro a partita IVA.Io mi auguro che, insieme ai ristori del governo, possano essere una buona iniziativa e che dopo il 30 di aprile ci siano dei cambiamenti altrimenti qua si morirà di fame. Io mi auguro che le attività possano, almeno in parte, riaprire e che vengano eseguiti i controlli necessari. I cittadini non ce la fanno più, sono esausti. Bisogna stare attenti, perché, anche dal punto di vista sociale, stanno iniziando ad uscire fuori i primi fenomeni di riluttanza e di non rispetto verso le regole, ma era normale”.Che Pasqua sarà a Monserrato?  “Sarà un po’ come quella dell’anno scorso: abbiamo deciso di confortare un po’ le persone che hanno bisogno in questo momento e di fargli avere un pranzo. Si sono rese disponibili tutte le associazioni, hanno deciso di darci una mano perché comunque dobbiamo consegnare 500 pasti che devono arrivare caldi. Ovviamente, speriamo nella discrezione per non offendere mai nessuno: le persone hanno una loro dignità ma devono capire che noi vogliamo semplicemente dare un po’ di gioia in un momento molto particolare per tutti”.I giorni scorsi, inoltre, sono state consegnate 80 colombe, donate da un supermercato cittadino, tramite il supporto anche delle vincenziane. Piccoli gesti che scaldano il cuore: “Speriamo che, quest’anno, la Pasqua sia un po’ più felice per quelle persone che non stanno bene”.Risentite qui l’intervista a Tomaso Locci del direttore Jacopo Norfo e di Paolo Rapeanuhttps://www.facebook.com/castedduonline/videos/1147984098978040/e scaricate gratuitamente l’APP di RADIO CASTEDDUhttps://play.google.com/store/apps/details?id=com.newradio.radiocastedduonline

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per info e segnalazioni scrivi a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.