Le indagini dei carabinieri supportate anche dalle immagini di una telecamera: atto incendiario compiuto per vendetta

MONSERRATO. Aveva incendiato un'auto e danneggiate altre tre parcheggiate in un cortile privato, poi era vantato della sua malefatta sui social commentandole con velate frasi autocompiacenti e inneggianti a una presunta vendetta. L’incendiario sarebbe un 46enne di Monserrato, sul quale i carabinieri della stazione e della compagnia di Quartu hanno raccolto elementi d’accusa importanti, in particolare le immagini di un sistema di video sorveglianza che lo riprende mentre appicca fuoco a un’auto in un cortile privato e gli indumenti trovati a casa sua, il casco e lo scooter che corrispondo perfettamente a quelli usati durante il raid incendiario.

L'uomo avrebbe agito per vendicarsi di un automobilista che peraltro lui stesso aveva tamponato con lo scooter e inseguito nelle strade urbane, desistendo solo quando è intervenuta una pattuglia del nucleo radiomobile della Compagnia carabinieri di Quartu, che poi lo aveva anche denunciato per minacce e guida in stato di ubriachezza. L’incendio delle auto risale alle notte del 30 dicembre 2020 quando a Monserrato veniva data alle fiamme un’auto parcheggiata in un condominio familiare; l’incendio si era poi propagato ad altre tre auto tutte, di proprietà dei vari componenti della stessa famiglia. L’intervento dei carabinieri e dei vigili del fuoco aveva impediva che il rogo si propagasse allo stabile.

Le indagini accurate degli investigatori dell’Arma, supportate da numerosi video di sistemi di videosorveglianza della zona e della stessa abitazione che documentavano chiaramente i passaggi di soggetti che nella fascia oraria notturna transitavano nelle vie adiacenti. Confrontati gli spostamenti di soggetti di interesse investigativo, è stata notata la presenza di un uomo che aveva fatto numerosi passaggi di fronte all’abitazione interessata, transitando a volte a piedi e altre con un ciclomotore. Le attenzioni investigative hanno portato a un 46enne di Monserrato, con lo stesso sospettato che h confermato le sue responsabilità con i post sui propri profili social, in cui si vantava della vendetta portata a termine contro l’automobilista con cui aveva avuto uno screzio e conclusosi con una denuncia per il presunto incendiario.(luciano onnis)

Fonte: La Nuova Sardegna

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per info e segnalazioni scrivi a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.