Il Comune di Monserrato sarà partner progettuale con la fondazione CESVI per partecipare al BANDO del Ministero, Dipartimento Politiche della Famiglia chiamato “Educare Insieme”.L’Amministrazione Monserratina guidata dal Sindaco Tomaso Locci, su proposta dell’Assessora Tiziana Mori, approva all’unanimità la delibera di giunta di adesione e invio proposta al Ministero Dipartimento Politiche della Famiglia, Educare INSIEME.In sintesi, le priorità in base ai documenti reperibili in albo pretorio sono le seguenti: il capofila è la Fondazione CESVI, fascia di età: ragazzi dagli 11 ai 17 anni. Si svilupperà la metodica RAP (ricerca-azione-partecipata) per offrire opportunità di espressione ai soggetti sociali meno inclusi con l’obiettivo di potenziare la loro legittimazione sociale e valorizzare i punti di vista e narrative inedite inconsuete.Il progetto prevede la collaborazione con il comune di Bergamo, quartiere di Celadina, Qquindi, una sorta di gemellaggio Lombardia – Sardegna.La Giunta Locci prosegue perciò senza sosta a svolgere l’attività di co-progettazione sociale grazie ad un ottimo lavoro di coordinamento tra uffici e assessorati, e la credibilità conquistata in questi due anni per cui il Terzo Settore risponde sempre con entusiasmo alle varie manifestazioni di interesse lanciate dalla Giunta. Non solo, come si legge sempre in delibera si prosegue nel portare avanti le linee programmatiche di mandato con riferimento in particolare alla implementazione delle Politiche della Famiglia e dialogo intergenerazionale. L’importanza di tale progetto ha portato anche alla Convocazione il prossimo 12 aprile della V Commissione.Scadendo il Bando il 30 aprile vi sarà la possibilità per altri enti del Terzo settore di contattare il Comune di Monserrato per presentare altre idee progettuali per il contrasto della povertà educativa.

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. *La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per informazioni e segnalazioni scrivi al nostro indirizzo e-mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.