Villa Verde

La giornalista e scrittrice presenta il suo libro “Voi siete in gabbia, noi siamo il mondo”

Presentazione a Villa Verde per il libro di Monica Lanfranco “Voi siete in gabbia, noi siamo il mondo” (VandA. edizioni Milano 2021).

L’autrice prenderà parte all’evento “Incontro con Stefano Giaccone”, in programma mercoledì  alle 18 nella Biblioteca Gramsciana.

A vent’anni dai fatti di Genova, il libro affronta la questione dal punto di vista delle donne.

“Questo libro è un racconto personale e politico non solo degli eventi, del movimento e delle istanze, ma anche di elaborazioni politiche e dei progetti femministi purtroppo occultati dai fatti di luglio del 2001”, spiega l’editore. “Le giovani generazioni domandano sul G8 di Genova del 2001, vogliono sapere, vogliono capire. Hanno bisogno del racconto reale di chi c’era e di chi il G8 l’ha vissuto sulla propria pelle”.

Monica Lanfranco è giornalista, scrittrice e formatrice, conduce corsi sulla comunicazione e il linguaggio non sessista, la storia del movimento delle donne, la risoluzione nonviolenta dei conflitti.

Nel 2008 ha fondato Altradimora, vicino ad Acqui Terme, luogo di seminari e incontri con ottica femminista. Dal suo libro Uomini che odiano amano le donne. Virilità, sesso, violenza: la parola ai maschi (2012) nasce il primo laboratorio di teatro sociale italiano per uomini, Manutenzioni-Uomini a nudo.

Tra le pubblicazioni più recenti, Crescere uomini (2019). Dal 1994 dirige il trimestrale femminista Marea.

Lunedì, 8 novembre 2021

 

 

 

Fonte: Link Oristano

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 

Leggi tutte le notizie del giorno in Sardegna

Leggi tutte le Offerte di Lavoro in Sardegna


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. *La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per informazioni e segnalazioni scrivi al nostro indirizzo e-mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.