Racconta di aver ricevuto già tante telefonate di ristoratori preoccupati e confusi dalla nuova ordinanza del presidente della Regione Christian Solinas sui metri cubi d’aria (20) da dover calcolare per ogni cliente. Gianni Chessa, assessore regionale del Turismo, predica sin da subito prudenza e avvisa: “La pandemia non si è scolta, c’è ancora a livello mondiale. Serve prevenzione, non ci si può appigliare ai particolari e guardare la virgola ma bisogna avere buon senso. Bisogna fare un piccolo sacrificio, un altro po’, per poter cantare vittoria a fine giugno”. La Sardegna è in zona bianca e i metri cubi d’aria, come misurazione di riempimento delle sale food, è una regola solo sarda: “Chiederò al presidente Solinas se si può dare maggiore tranquillità ai ristoratori, il tema dei metri cubi è come calcolarli e da chi devono essere verificati”. Ma la parola d’ordine è una: “Prevenzione. Dobbiamo essere ottimisti, le vaccinazioni ci sono e stanno arrivando prenotazioni dj turisti per luglio e agosto. Sarà un’estate bella, per viverla dobbiamo prevenire ancora, nonostante la zona bianca, per capire l’andamento del virus nelle prossime due settimane”. 

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 

Leggi tutte le notizie del giorno in Sardegna

Leggi tutte le Offerte di Lavoro in Sardegna


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. *La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per informazioni e segnalazioni scrivi al nostro indirizzo e-mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.