Fenomeno segna inizio disgelo dei nevai in alta quota

(ANSA) - CORTINA, 30 MAR - Primo caldo oggi anche sulle Dolomiti venete, e a Cortina è ricomparsa la cascata dalla Tofana di Rozes, uno scroscio d'acqua che si tuffa per centinaia di metri nel vuoto e segna, da tradizione, 'inizio del disgelo in alta quota. La cascata è uno spettacolo che ogni anno affascina cortinesi e turisti, quest'i ultimi assenti quest'anno per la pandemia.

Lo zampillo cristallino che scende dai 3.225 metri della Rozes lungo la parete sud della Tofana, è ben visibile anche da Cortina. Oggi in città la massima ha sfiorato i 20 gradi, e il rialzo di termico non ha risparmiato gli alti nevai, che iniziano a sciogliersi. A seconda dell'andamento stagionale la cascata può manifestarsi all'inizio della primavera, generalmente tra marzo e aprile, ma in caso di freddo prolungato anche a giugno. (ANSA).

Fonte: La Nuova Sardegna

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. *La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per informazioni e segnalazioni scrivi al nostro indirizzo e-mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.