Oristano

Serusi risponde alle contestazioni

“I medici forniti dalla società MST Group di Vicenza e impegnati nel Pronto Soccorso di Oristano hanno le qualifiche necessarie a trattare anche i codici gialli e rossi“.  

La precisazione arriva dal direttore generale della Asl di Oristano Angelo Maria Serusi, in risposta a quanto affermato dal Comitato per la difesa del diritto alla salute della Provincia di Oristano che oggi in un documento ha contestato il ricorso esclusivo ai medici in affitto per la copertura dei turni del Pronto Soccorso di Oristano. Un impiego considerato dal Comitato “illegittimo e pericoloso perché espone a seri rischi pazienti che arrivano al presidio, specie in codice rosso o giallo”. 

Nello stesso documento il Comitato spiega che “si tratta di professionisti che non possono far valere la specializzazione in medicina di urgenza e emergenza, indispensabile per poter operare in un Pronto Soccorso “. 

Un’affermazione non condivisa dal Direttore Generale che raccomanda di non parlare di “medici in affitto” ma di “somministrazione di servizi medici” e che precisa ancora: “Già con il contratto di affidamento per il Punto di Primo Intervento di Ghilarza l’ATS aveva previsto la necessità di avere dalla società veneta personale medico in grado di trattare non solo i codici bianchi e verdi ma anche i codici rossi e gialli,  e io ho così chiesto e ottenuto da Ares che la stessa possibilità fosse estesa anche nell’affidamento del servizio per il Pronto Soccorso di Oristano“.

Lunedì, 7 febbraio 2022

Se ritieni che questa notizia possa essere integrata con ulteriori informazioni o con foto e video inviaci un messaggio al numero Whatsapp 331 480 0392

Fonte: Link Oristano

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 

Leggi tutte le notizie del giorno in Sardegna

Leggi tutte le Offerte di Lavoro in Sardegna


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. *La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per informazioni e segnalazioni scrivi al nostro indirizzo e-mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.