MONASTIR. Una maxi rissa, con sette feriti, di cui tre finiti in ospedale, é scoppiata nella serata di oggi 27 novembre nel Centro di prima accoglienza di Monastir in cui si trovano al momento alloggiati circa 150 migranti clandestini sbarcati ultimamente sulle coste del sud Sardegna.

Si sarebbero affrontati due gruppi di differente nazionalità che con uso di armi improprie reperite sul posto (coltelli, pezzi di legno, cocci di vetro, sassi) se le sono date di santa ragione. Lo scontro é stato sedato a stento dalla polizia. Sette i feriti con tagli e traumi vari, tre sono stati portati in ospedale con ambulanze del 118. Gli altri medicati sul posto.(Luciano Onnis)

MONASTIR. Una maxi rissa, con sette feriti, di cui tre finiti in ospedale, é scoppiata nella serata di oggi 27 novembre nel Centro di prima accoglienza di Monastir in cui si trovano al momento alloggiati circa 150 migranti clandestini sbarcati ultimamente sulle coste del sud Sardegna.

Si sarebbero affrontati due gruppi di differente nazionalità che con uso di armi improprie reperite sul posto (coltelli, pezzi di legno, cocci di vetro, sassi) se le sono date di santa ragione. Lo scontro é stato sedato a stento dalla polizia. Sette i feriti con tagli e traumi vari, tre sono stati portati in ospedale con ambulanze del 118. Gli altri medicati sul posto.(Luciano Onnis)

Fonte: La Nuova Sardegna

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 

Leggi tutte le notizie del giorno in Sardegna

Leggi tutte le Offerte di Lavoro in Sardegna


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. *La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per informazioni e segnalazioni scrivi al nostro indirizzo e-mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.