Maturità 2021 con prova semplificata? Dai presidi oristanesi pareri differenti
A Roma si sta cercando di trovare una formula soddisfacente con l’emergenza covid

Immagine d’archivio

Non solo la maggioranza in Parlamento, anche nelle scuole oristanesi non c’è accordo sulla Maturità 2021. Si profila all’orizzonte un esame di Stato uguale a quello dello scorso anno: una prova semplificata con un solo orale di un’ora che contiene anche la parte dello scritto di indirizzo.

La Maturità divide i dirigenti scolastici tra quelli contrari allo svolgimento come quello dello scorso anno e quelli, invece, favorevoli.

“È vero che quest’anno siamo pronti, a differenza dell’anno scorso”, commenta il dirigente dell’Istituto “De Castro” di Oristano e Terralba e del Liceo Artistico di Oristano, Pino Tilocca, “ma è anche vero che i nostri ragazzi hanno già fatto a distanza un numero maggiore di ore rispetto allo scorso anno”.

Pino Tilocca

“Senza contare”, aggiunge il dirigente, “il peso che i continui cambiamenti hanno sugli adolescenti. Non possiamo fare cambiamenti ogni anno. A dicembre abbiamo organizzato tre orari diversi e non ne abbiamo utilizzato nessuno”, chiosa il dirigente. “Non siamo burattini”.

È dello stesso parere Salvatore Maresca, dirigente dell’Istituto Benedetto Croce di Oristano: “Anche se i ragazzi stanno lavorando, la situazione resta la stessa dello scorso anno. I ragazzi allora avevano discusso una relazione su un argomento dato dal Consiglio di classe e gli alunni del Liceo Musicale avevano anche fatto una esibizione. Una parvenza d’esame c’è stata”.

È contrario, invece, il dirigente dell’Istituto Othoca di Oristano, Franco Frongia: “L’esame dello scorso anno non mi è piaciuto”, ammette, “non si possono dare diversi giorni per comporre un compito che richiedeva normalmente sei ore. C’è stato un maremagnum di copiature”.

“Spero che se si vuole utilizzare l’esperienza dello scorso anno”, aggiunge il dirigente, “la si corregga”.

Salvatore Maresca

“Una prova scritta”, commenta il dirigente alla proposta del Pd di reintrodurre la prova di italiano, “sarebbe il minimo sindacale”.

“Lo scorso anno eravamo impreparati, ma ora c’è il tempo”, continua Frongia, “Non mi dispiacerebbe se si facesse predisporre alle commissioni una prova sulla base dei programmi svolti da ciascuna classe. É una ipotesi, tra l’altro, prevista nel regolamento, nel caso in cui non riuscisse ad arrivare il plico con la prova d’esame”.

Mette d’accordo i dirigenti la necessità di non dare agli studenti la certezza della promozione.

“La promozione di massa è come minimo improvvida”, commenta Franco Frongia, “il messaggio del liberi tutti è stato deleterio”.

Franco Frongia

“Non sono fan delle bocciature”, commenta anche Pino Tilocca, “ma il liberi tutti è stato dannoso. Se avvenisse ora un annuncio del genere sarebbe la fine”.

“Non siamo all’anno zero”, segue Salvatore Maresca, “c’è un motivo in meno per dare la benedizione a tutti”.

Intanto tra commenti e supposizioni, si attende l’ordinanza della ministra Azzolina, che i dirigenti si augurano arrivi presto.

Giovedì, 21 gennaio 2021

L'articolo Maturità 2021 con prova semplificata? Dai presidi oristanesi pareri differenti sembra essere il primo su LinkOristano.it.

Fonte: Link Oristano

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per info e segnalazioni scrivi a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.