Mentre il suo nome finisce suo malgrado nel calderone delle polemiche pre-elettorali, il presidente della Repubblica Sergio Mattarella si gode alcuni giorni di assoluto relax ad Alghero. Arrivato mercoledì 10, il capo dello Stato finora ha preferito un blindato riposo nella foresteria dell'Aeronautica militare a Porto Conte, all'interno del Parco naturale regionale.

Da quanto apprende l'ANSA, la prima uscita di Mattarella potrebbe essere tra il 14 e il 15 agosto per assistere alla messa, anche se per motivi di riservatezza e di sicurezza nulla trapela sulla chiesa in cui il presidente parteciperà alla celebrazione eucaristica. Tuttavia, almeno in una occasione potrebbe recarsi in Cattedrale per la liturgia officiata dal vescovo Mauro Maria Morfino, del quale verosimilmente sarà ospite anche per pranzo.

Tre le visite e le escusioni che potrebbero rientrare nel programma: al Museo archeologico di Alghero, al Nuraghe di Palmavera e a Casa Gioiosa, la sede del Parco di Porto Conte. Non è poi escluso un ritorno alle Grotte di Nettuno per accompagnare uno dei nipoti, che lo scorso anno non aveva potuto prendere parte all'escursione in una delle più grandi cavità marine in Italia. 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Fonte: Ansa Sardegna

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 

Leggi tutte le notizie del giorno in Sardegna

Leggi tutte le Offerte di Lavoro in Sardegna


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. *La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per informazioni e segnalazioni scrivi al nostro indirizzo e-mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.