Il direttore sanitario Sergio Marracini a Radio Casteddu: “Le vaccinazioni stanno dando il risultato aspettato e quindi questa è la vera realtà, che la curva sta scendendo: ormai vediamo la luce in fondo al tunnel.
Adesso dobbiamo aspettare qualche giorno, così entriamo in zona gialla e ricominciamo un po’ a vivere in maniera più normale.
La terapia intensiva è l’ultima che si svuota, però abbiamo una situazione sicuramente migliore anche nell’accoglienza del covid-19: abbiamo nessuno, abbiamo sistemato tutti in corsia.
Abbiamo tutti lavorato bene in Sardegna anche in questa terza ondata e siamo riusciti a contenere il problema. Adesso noi ne stiamo uscendo e si può dire.
Abbiamo avuto problemi con l’approvvigionamento dei vaccini, qualche periodo di ritardo c’è stato e anche un problema con i medici di famiglia ma adesso si è sbloccata anche quella.
Se avessimo avuto i vaccini in maniera continuativa, e soprattutto quelli giusti, che potevano essere somministrati anche dai medici di base, forse saremmo un po’ più avanti”.
Un altro dato positivo: “In ospedale ci hanno caricato i fragili e gli allergici e non abbiamo avuto complicanze. C’è stata qualche reazione allergica che avevamo messo in conto, perché sapevamo già che erano soggetti fragili allergici e gli abbiamo recuperati”.
Risentite qui l’intervista del direttore Jacopo Norfo e di Paolo Rapeanu
e scaricate gratuitamente l’APP di RADIO CASTEDDU
RispondiRispondi a tuttiInoltraModifica come nuovo

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 

Leggi tutte le notizie del giorno in Sardegna

Leggi tutte le Offerte di Lavoro in Sardegna


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. *La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per informazioni e segnalazioni scrivi al nostro indirizzo e-mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.