CAGLIARI. Fratello, sorella e fidanzato di quest'ultima avevano messo su una impresa a conduzione familiare in due vicini appartamenti in via Talete trasformati rispettivamente in market della droga e laboratorio per il confezionamento delle dosi. Da tempo gli investigatori del gruppo Falchi della Squadra Mobile monitoravano un vero e proprio market della droga aperto a tutte le ore e gestito da una intera famiglia nel quartiere del Cep.

Nel pomeriggio di ieri 28 gennaio è scattato il blitz che ha visto la partecipazione anche del Reparto Prevenzione Crimine Sardegna e del Reparto cinofili della questura di Oristano. I poliziotti hanno fatto irruzione contestualmente in due appartamenti di via Talete, uno destinato alla vendita delle dosi, e l’altro adibito a laboratorio per la preparazione della droga. Complessivamente sono stati sequestrati circa 30 grammi tra eroina e cocaina e 4000 euro in contanti frutto dell’attività di spaccio. I tre presunti spacciatori sono stati arrestati.

Altro stupefacente della stessa tipologia è stato gettato nel water perché al momento dell’intervento dei Falchi, un tossicodipendente che si trovava sulle scale ha dato l’allarme avvisando gli spacciatori della presenza della polizia. Quest’ultimo è stato pertanto denunciato per il reato di favoreggiamento.

Parte della droga, seppur buttata nel water, è stata recuperata dai poliziotti nella rete fognaria mentre nel secondo appartamento è stato ritrovato altro stupefacente e tutto l’occorrente per confezionare le dosi. I tre operatori di droga trovati nei due appartamenti sono stati arrestati e trasferiti alla casa circondariale di Uta a disposizione dell’autorità giudiziaria in attesa della convalida.(luciano onnis)

CAGLIARI. Fratello, sorella e fidanzato di quest'ultima avevano messo su una impresa a conduzione familiare in due vicini appartamenti in via Talete trasformati rispettivamente in market della droga e laboratorio per il confezionamento delle dosi. Da tempo gli investigatori del gruppo Falchi della Squadra Mobile monitoravano un vero e proprio market della droga aperto a tutte le ore e gestito da una intera famiglia nel quartiere del Cep.

Nel pomeriggio di ieri 28 gennaio è scattato il blitz che ha visto la partecipazione anche del Reparto Prevenzione Crimine Sardegna e del Reparto cinofili della questura di Oristano. I poliziotti hanno fatto irruzione contestualmente in due appartamenti di via Talete, uno destinato alla vendita delle dosi, e l’altro adibito a laboratorio per la preparazione della droga. Complessivamente sono stati sequestrati circa 30 grammi tra eroina e cocaina e 4000 euro in contanti frutto dell’attività di spaccio. I tre presunti spacciatori sono stati arrestati.

Altro stupefacente della stessa tipologia è stato gettato nel water perché al momento dell’intervento dei Falchi, un tossicodipendente che si trovava sulle scale ha dato l’allarme avvisando gli spacciatori della presenza della polizia. Quest’ultimo è stato pertanto denunciato per il reato di favoreggiamento.

Parte della droga, seppur buttata nel water, è stata recuperata dai poliziotti nella rete fognaria mentre nel secondo appartamento è stato ritrovato altro stupefacente e tutto l’occorrente per confezionare le dosi. I tre operatori di droga trovati nei due appartamenti sono stati arrestati e trasferiti alla casa circondariale di Uta a disposizione dell’autorità giudiziaria in attesa della convalida.(luciano onnis)

Fonte: La Nuova Sardegna

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 

Leggi tutte le notizie del giorno in Sardegna

Leggi tutte le Offerte di Lavoro in Sardegna


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. *La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per informazioni e segnalazioni scrivi al nostro indirizzo e-mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.