Attività di contrasto allo spaccio di sostanze stupefacenti, un arresto.

E’ accaduto nelle prime ore del mattino di domenica. Una Volante nel transitare in Viale Elmas ha notato una figura maschile nascondersi dietro una inferriata. Insospettiti, i due poliziotti hanno deciso di procedere al suo controllo. Il giovane, identificato per Enrico Usula, 19enne di Villacidro, ha mostrato sin da subito chiari segni di nervosismo nei confronti degli operatori e quando gli stessi poliziotti hanno chiesto che cosa contenessero le tasche del giubbotto, il ragazzo ha avuto una reazione violenta spingendo uno degli agenti per guadagnare la fuga. La reazione dei due poliziotti è stata a questo punto immediata e risolutiva. Il giovane, infatti, è stato bloccato e messo in sicurezza dentro l’auto di servizio.

Da un controllo è emerso che nella tasca esterna del giubbotto era custodita una confezione di tabacco contenente circa 6 gr di marijuana.

La successiva perquisizione domiciliare ha permesso di trovare nella camera da letto altri 235 gr circa di marijuana, un bilancino di precisione, e la somma di 3.400 euro suddivisa in banconote di piccolo taglio.

Al termine dell’attività di rito, Usula è stato tratto in arresto per resistenza a P.U. e detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. Stamattina l’udienza per direttissima.

L'articolo Marijuana nel giubbotto, in casa oltre 3mila euro: nei guai 19enne arrestato a Cagliari proviene da Casteddu On line.

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per info e segnalazioni scrivi a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.