Maracalagonis – Tolleranza zero verso chi abbandona sacchi di immondizia in giro: in arrivo l’occhio elettronico per contrastare chi deturpa e sporca l’ambiente. La sindaca Francesca Fadda: “A breve, per cause di forza maggiore abbiamo deciso di attivare un servizio di videosorveglianza in diversi punti di Maracalagonis comprese le località montane e costiere, nella quasi totalità dei casi collegato in tempo reale con una Centrale di Controllo dove vengono memorizzate tutte le immagini relative al sito ripreso a cura dei vigili urbani.  Al verificarsi di un reato, quale l’abbandono di un rifiuto in luoghi non adibiti a discarica, oppure il conferimento di elettrodomestici o il danneggiamento di isole ecologiche, o anche solo abbandonare cartacce fuori da tabacchini o bar, provvederemo a sanzionare e denunciare i responsabili”.Basta infatti guardarsi  attorno per rendersi conto di quanto alcune persone stiano sempre più sporcando il territorio.Una battaglia contro “l’ignoranza e la maleducazione di chi abbandona rifiuti dove non si può” insomma anche perché questi comportamenti diventano un costo per tutta la comunità.“Sicuramente molti rifiuti che stiamo trovando lungo le strade sono abbandonati da gente di passaggio – specifica il primo cittadino – ma anche alcuni cittadini che stiamo rintracciando attraverso foto trappole o segnalazioni, che non fanno correttamente la differenziata e sporcano le strade, le campagne,il che comporta il pagamento di un sovrapprezzo al consorzio di smaltimento per lo scarto”.

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per info e segnalazioni scrivi a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.