L'uomo e i congiunti avrebbero anche fatto di tutto per ostacolare il sequestro dell'auto

MANDAS. Mentre transitava a bordo della sua Fiat Punto nella provinciale 36 non si è fermato a un posto di controllo istituito dai carabinieri della stazione di Mandas perché era privo della patente che gli è stata revocata dal prefetto di Cagliari il 28 marzo del 2012. I militari dopo un breve inseguimento lo hanno raggiunto nei pressi della propria abitazione e gli hanno contestato l’illecito. Era recidivo. Per lo stesso motivo, infatti, era stato sanzionato dagli stessi carabinieri il 9 settembre del 2020.

L’uomo, un cinquantatreenne del paese della Trexenta, in preda ad una crisi di nervi, ha ingiuriato i militari e ha cercato di ostacolare le operazioni di sequestro amministrativo dell’auto che ha poi chiuso a chiave allontanandosi. Alla scena hanno assistito due congiunti dell’uomo che a loro volta hanno minacciato i militari nel tentativo di convincerli a desistere dal procedere. La Fiat Punto è stata sottoposta a sequestro amministrativo ai fini della successiva confisca e affidata con l’obbligo di custodia al trasgressore.

Il cinquantatreenne e i suoi due congiunti sono stati denunciati a piede libero per resistenza. Il conducente dell’auto è stato anche sanzionato amministrativamente per guida di veicolo sprovvisto di copertura assicurativa.

Fonte: La Nuova Sardegna

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 

Leggi tutte le notizie del giorno in Sardegna

Leggi tutte le Offerte di Lavoro in Sardegna


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. *La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per informazioni e segnalazioni scrivi al nostro indirizzo e-mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.