Dal 19 dicembre al 9 gennaio, nei locali dell’ex Monte Granatico di Mandas, l’artista Melissa Marcello e il Comune di Mandas, propongono una mostra-installazione sul tema “Il presepe e la 
tradizione sarda, riletti attraverso l’arte contemporanea”. 
I personaggi del Presepe, quasi tutti cittadini di Mandas a partire dal piccolo Giole Gessa nel ruolo di Gesù Bambino (San Giuseppe e la Madonna sono rappresentati da Alessio Addari e da Benedetta 
Pisano), sono stati raffigurati su teli sospesi grazie alle immagini scattate da Melissa Marcello all’interno di una casa settecentesca di proprietà del comune di Mandas che ha lavorato al progettocon la collaborazione della pro loco e delle Acli. La mostra è sicuramente una vetrina che mette in luce l’arte e la sacratilità in un contesto di armonie storico culturali che rappresentano la cittadina e 
le sue caratteristiche urbane. Appuntamento da non perdere con taglio del nastro alle ore 10.30 di  domenica 19 dicembre 20121, il servizio fotografico, la post produzione e la progettazione sono un’opera gratuita della giovane artista sarda, da tempo a Milano, che tiene molto alla tradizione della Sardegna e alla valorizzazione del territorio in un contesto di valorizzazione e promozione 
della cultura tradizionale. 

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 

Leggi tutte le notizie del giorno in Sardegna

Leggi tutte le Offerte di Lavoro in Sardegna


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. *La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per informazioni e segnalazioni scrivi al nostro indirizzo e-mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.