Stamattina a Samassi, i carabinieri della locale Stazione hanno notificato a un 47enne del luogo un’ordinanza emessa dal GIP presso il Tribunale di Cagliari, che dispone, nei suoi confronti, l’allontanamento dalla casa familiare e il divieto di avvicinamento ai luoghi frequentati dalla parte lesa. La misura accoglie quanto denunciato dall’Arma del luogo, in merito al reiterarsi dei maltrattamenti che l’uomo aveva inflitto nel tempo alla propria consorte, alla condizione di pericolo che ne discende e che non può essere prudentemente gestita qualora in cui i due coniugi continuino a convivere sotto lo stesso tetto. L’autorità giudiziaria ha concordato coi carabinieri sulla sussistenza a carico del denunciato di gravi indizi inerenti ai reati contestati, relativi all’insostenibile e umiliante condizione nella quale era stata ridotta la donna, tramite maltrattamenti fisici e morali. Il 47enne dovrà pertanto andarsi a cercare un’altra sistemazione alloggiativa e non avvicinarsi alla donna a una distanza inferiore al mezzo km. Qualora egli non ottemperasse a tale ordine tassativo e la cosa venisse constatata e riferita alla Procura dai carabinieri, potrebbero intervenire provvedimenti più gravi, come previsto e come accaduto molte volte in passato, sino alla carcerazione dell’uomo. Si tratta di un provvedimento generalmente molto efficace che mira a sottrarre la vittima dalle grinfie del proprio persecutore.

L'articolo Maltrattamenti fisici e morali, 47enne di Samassi allontanato dalla moglie proviene da Casteddu On line.

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per info e segnalazioni scrivi a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.