A Cagliari arrivano gli educatori di strada. Dopo il bilancio “critico” legato all’emergenza Covid, che non aveva permesso al Comune di inserire i fondi necessari per far partire il progetto di esperti che, nelle vie della movida, possano provare a intercettare i giovani e giovanissimi per portarli lontani da certi ambienti, la svolta è vicina: “Nell’ultimo bilancio era necessario aggiungere cifre specifiche, serve un progetto a cui gli uffici stanno già lavorando e le attività si stanno concludendo”, annuncia il sindaco Paolo Truzzu: “Non possiamo sguinzagliare educatori senza aver prima chiaro un percorso e un obbiettivo. Presto arriveranno, e ci sono già grazie al progetto con Fipe Confcommercio, Croce Rossa, Ats e residenti. Ci sarà del personale che avrà il compito di creare determinati interventi di formazione sia nei confronti degli esercenti sia nel confronti di giovani e giovanissimi. Il progetto degli educatori di strada”, prosegue il sindaco, “serve per controllare fenomeni complicati”, legati all’uso e abuso di alcol e droga anche da parte di chi non ha ancora 18 anni. “Alle famiglie chiedo di essere più attente, verificate cosa fanno i vostri ragazzi e cercate di attivare azioni di controllo, non di repressione. Capite cosa sta succedendo ai vostri figli, senza l’aiuto delle famiglie la nostra sarà una sfida difficile da vincere”.Per il resto, Truzzu benedice il progetto “Io sono stupefacente”, attivo sin dal prossimo weekend e per tutta l’estate 2021 tra piazza Yenne e il Corso Vittorio Emanuele: “Da due settimane, dopo l’incontro con prefetto e questore, si percepisce una presenza più costante di Forze dell’ordine e polizia Municipale, anche con attività di prevenzione per gli operatori che non rispettano le regole e vendono alcolici ai minorenni. Gli esperti dovranno spiegare ai ragazzi che devono essere loro stessi per divertirsi, anche con l’aiuto di testimonial che sono molto ascoltati dai giovani”, e il riferimento è ai vari “Vip” cagliaritani e sardi che hanno realizzato video contro la malamovida come le Lucido Sottile, Fisso Ridendo e Luna Melis: “Con la ripartenza dell’anno scolastico organizzeremo anche attività educative nelle scuole”.

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per info e segnalazioni scrivi a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Sardegna News

Offerte di Lavoro in Sardegna

Sinnai Notizie

Pizzeria da Birillo

Radio Fusion